Quanto conta il conversion rate in una landing page? (spoiler è sopravvalutato)

🤯 Il Conversion Rate è sopravvalutato?!
Molte volte sento parlare di CR come unico KPI (indicatore di performance) incriminato per poter aumentare le vendite…

Si focalizzano tutti su quest’ultimo, poiché è uno dei kpi che risalta subito all’occhio per due motivi, è facile da calcolare e di solito è facilmente reperibile.

Ma non dobbiamo dimenticarci che ci sono molti altri fattori che influenzano il successo di una campagna di marketing, e specialmente se lanciata online le piattaforme di advertising ci metteranno a disposizioni svariati KPI che di solito o non conosciamo o che ignoriamo ma ciò non significa che non siano importanti!

Immaginate ora di analizzare una campagna più nel profondo, immedesimatevi nel potenziali cliente, in quali blocchi incorrerà?

Ipotizziamo che stiamo parlando di una campagna Fb ads dove abbiamo lanciato un video che rimanda ad una landing page.

Il primo blocco che si presenterà sarà lo scoglio dell’attenzione, e dovremmo superarlo con l’immagine di copertina del video e come si presenta a primo impatto in quel contesto, la parola d’ordine sarà “catturare l’attenzione”, l’obiettivo finale sarà fermare lo scroll!

Secondo scoglio, sarà dettato anche qui da una scelta se darvi la giusta attenzione per vedere il video o meno, qui entrano in gioco altre forze tra cui la curiosità, la coerenza con gli interessi del prospect o la credibilità.
Attenzione sempre alle regole di grafica e UX!

Terzo scoglio “i primi 3 secondi”, ovviamente anche qui non è detto che chi ci ha dato la sua attenzione prima, cliccando, lo faccia ancora. Se non riusciamo a creare un hook (gancio d’attenzione) molto potente perderemo il suo interesse.

Un quarto scoglio poi potrebbe essere chi arriva fino al 25% del video, al 50% e cosi via…

Ora… facciamo delle piccole considerazioni, mettiamo caso mi focalizzassi su una landing dove mediamente si converte al 20% e con dei svariati test la portassi al 25%, su 100 atterraggi porterei i lead da 20 a 25 aumentando di un 5% i contatti.

Se continuassi a ricercare dei modi per aumentare questa percentuale, all’aumentare della percentuale aumenterà anche la stessa difficoltà arrivando ad un punto in cui non avrebbe senso il rapporto investimento tempo/ risultato.

Ora invece immaginiamo di incrementare anche di solo 1-2 punti percentuale ogni step del flusso cercando di migliorare l’esperienza utente con piccole accortezze, vi lascio immaginare cosa potrebbe succedere… il risultato sarebbe devastante, si sommerebbero tutte le migliorie e le relative percentuali!

Molto volte avere la sindrome da “ConversionRate” può distogliervi da quello che veramente potrebbe fare la differenza!

La prossima volta che penserai al CR della tua landing ricordati di vedere prima se la esperienza utente che stai dando è una delle migliori.

Che ne pensate?💬

Ti piace questo articolo?

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Linkdin
Condividi su Whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *